Cayo Largo... Che poi non è così tanto Largo quando arrivi.

Scendi dall’aereo e l’unica cosa che ti fa capire di essere ai Caraibi è la temperatura. Ci saranno 28 gradi ma il sole è accecante e l’umidità altissima e pensi di essere entrata dentro un forno.
Non vedi nulla attorno a te, ma solo verde, tanto, tantissimo verde e l’aeroporto è così piccolo che pensi “ma dove sono finita?”

Sali sull’autobus diretta al villaggio e ti accorgi che c’è una sola strada e di nuovo pensi, “alla faccia del Largo”.

Ma poi arrivi e l’accoglienza è fantastica.

Tutti a suonare. Tutti a ballare. Pure tu che a stento sai cosa è un “Dile que no” e anche se non lo sai, non puoi dire di no quando un cubano ti invita a ballare. Ti travolgono.

alba cayo largo

E poi qual è la prima cosa che ti fa dire Caraibi?

Corri subito. Vuoi scoprirlo. Non vedi l’ora. Hai fatto 11 ore di volo e non aspetti altro. Si spalanca davanti a te mentre affondi i piedi in quella sabbia (o è borotalco?) bianca, soffice, e fredda nonostante il sole caldo cocente.

Lo vedi. Infinito. È il mare dei Caraibi.

cayo largo

Arriva il tramonto. Anche il sole e i suoi movimenti sono diversi in quella parte del mondo. Lo vedi letteralmente andare giù sotto l’orizzonte. Tu sei abituata a vederlo scendere piano piano dietro le montagne. Ed invece lì, nasce e muore nel mare. E va veloce. In meno di un minuto lo vedi andare via lasciando il posto a un cielo pieno di stelle.

Ed è lì che capisci perché Largo.

Perché in uno spazio così piccolo, trovi l’immensità delle cose semplici.

tramonto cayo largo

La natura che non smette mai di meravigliarti. Con il suo mare. Con la sua foresta. Con i suoi animali. Non dimenticherò mai l’emozione di quelle piccole tartarughe, coraggiose, istintive, verso l’oceano.

Verso l’inizio della lora vita.

E l’allegria e il buon animo dei cubani, irresistibili.

Torni a casa diversa. Torni a casa piena. Con lo spirito largo e colmo dei sapori semplici e genuini. A proposito di sapori: ho assaggiato il miglior mojito della mia vita, lì a Cayo Largo!

Lusi Cucchetti

8 Commenti

  • Paolo ha detto:

    Bellissimo racconto Lucy
    Mi hai regalato un brivido…

  • Complimenti cara, hai egregiamente commentato i punti salienti di Cayo largo, con le sue tre meravigliose spiagge, Playa paraiso, maltiempo, l’allevamento delle tartarughine di cui una l’hai battezzata tu lasciandola andare nel mar caraibico e per completare l’opera la gustosissima bananacolada. 😘

  • Giovanni ha detto:

    Per come hai descritto tutto ciò… Mi sono immaginato lì… A divertirmi e lasciando tutti i problemi che ci sono….
    Hai raccontato in modo eccellente… Tutto…. O meglio hai descritto in modo sublime tutto ciò che hai visto…. Facendo vivere le tue emozioni pure a chi legge quest articolo…
    Bellissimo il tramonto…. Immortalato nel suo calar…
    GRAZIE

    • Lusi Cucchetti ha detto:

      Sono felice di aver raggiunto l’obiettivo.
      Le emozioni condivise si moltiplicano e diventano più belle.
      Grazie per aver dedicato il tuo tempo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

©2014 tiuche srls p.iva 05463210871 agenzia viaggi e turismo Axel Travel
La nostra agenzia aderisce al Fondo di Garanzia Viaggi come previsto dall’art. 50 del Codice del Turismo

WhatsApp chat